Il TOP delle scuse per non allenarsi e il modo di aggirarle.

Un sondaggio nazionale di sorveglianza sanitaria effettuato a Singapore ha dimostrato che, nonostante un piccolo aumento nella percentuale della popolazione che fa esercizio fisico, ci sono ancora molte barriere che impediscono alla gente di muoversi. I primi tre ostacoli che si incontrano sono: “Non ho tempo.” (54,6%), “Sono stanca/o.” (12,1%) e “Sono troppo pigra/o.” (11,6%).
Ti suona familiare? Non è certo necessario vivere a Singapore per condividere questi stessi pensieri; in ogni paese sviluppato trovare equilibrio tra lavoro e vita quotidiana può essere difficile da raggiungere: basta pensare che sempre più persone arrivano all’ultimo momento per pagare le bollette di casa o, addirittura, sono talmente disorganizzate coi tempi da dover andare a comprare la cena pronta da portare la sera a casa. Fortunatamente però ci sono alcuni modi per aggirare questi ostacoli ed organizzarsi al meglio.
Per quelli di voi che lottano per trovare il tempo per un workout, considerate questo: in una settimana ci sono 10.080 minuti di cui 2.400 sono passati a lavorare (supponendo 8 ore giornaliere per 5 giorni a settimana) e se si cerca di dormire 8 ore a notte ovvero 3.360 minuti di sonno settimanale significa che il 57% del nostro tempo a settimana è trascorso lavorando e dormendo. Avanzano 4.320 minuti di tempo “libero“, gli esperti consigliano 150 minuti di esercizio a settimana che è appena l’1% e, se si può accettare questo punto di vista, c’è abbastanza tempo per allenarsi.
Si può tentare di dividere il workout giornaliero in due fasi: 15 minuti per una passeggiata o jogging intorno al quartiere la mattina prima di andare a lavoro o durante la pausa pranzo e spremere altri 15 minuti prima di cena, facendo dei saltelli alla corda mentre il mangiare cuoce in pentola o, magari, facendo una gara di hula hoop con tua figlia. In questo modo hai ottenuto 30 minuti di allenamento giornaliero. Fantastico, no? Effettuare questa operazione cinque volte a settimana è una buona abitudine per non cadere nella sedentarietà.
Ti senti pigra/o? Tieni sempre a mente tutti i vantaggi che si possono ottenere dall’esercizio fisico, ti aiuterà ad innalzare i livelli di motivazione. Oltre ai benefici per la salute, allenarsi migliora l’umore, l’aspetto fisico e può essere anche contagioso: puoi allenarti con la tua famiglia o con amici, un modo bello per migliorare i legami, divertirsi e avviarsi insieme verso uno stile di vita attivo, dinamico e sano.
Stay wild,
Silvia
Annunci

6 pensieri su “Il TOP delle scuse per non allenarsi e il modo di aggirarle.

    • Sei grandissima! Per me è un modo per dare sfogo allo stress della vita lavorativa ed anche una necessità di vita per sentirmi in pace con me stessa e il Mondo 😉 da quando ho scoperto la corsa poi non ti dico… anche se piove io metto le scarpette e via come una gazzella! E’ una cosa bellissima.

      Mi piace

  1. Sai che proprio a Singapore ho visto i gruppi di allenamento? La sera, girando per il centro, si vedevano un sacco di gruppi di persone che correvano o andavano in bici! Gran esempio di movimento..sì sul cemento, ma almeno sfidando il caldo e i “non ne ho voglia” 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...